Devitalizzazione denti Verona

Endodonzia o devitalizzazione dei denti

L’endodonzia è la disciplina dell’odontoiatria che si occupa della devitalizzazione dei denti afflitti da patologia pulpare. L’utilizzo di tecniche e materiali di ultima generazione, associato all’esperienza di professionisti specializzati in questo ambito, ci permette di ottenere uno standard curativo elevato.

Cosa significa devitalizzare un dente?

La devitalizzazione del dente consiste nell’asportazione della polpa dentale, cioè la parte interna del dente danneggiato. La devitalizzazione denti è anche chiamata terapia canalare (o cura canalare), perché si interviene sui canali interni del dente, il quale viene privato delle sue terminazioni nervose. Al termine dell’intervento il dente devitalizzato può essere incapsulato, ossia rivestito di ceramica, per isolarlo e proteggerlo da nuovi attacchi.

Quando devitalizzare un dente?

La carie non è però l’unico caso in cui si può rendere necessaria la devitalizzazione di un dente. Altri disturbi, infatti, possono richiedere questo tipo di intervento:

  • Granuloma: in caso di infezione all’estremità della radice del dente, detta apice, la lesione può propagarsi al tessuto e all’osso che la circondano.
  • Trauma: quando un evento traumatico porta alla frattura del dente. Prima della ricostruzione può rendersi necessaria la devitalizzazione del dente.
  • Carie profonda: una carie profonda provoca l’infiammazione del tessuto pulpare e la contaminazione batterica, detta pulpite. Questa condizione, se trascurata, può portare alla necrosi dell’interno del dente.
CONTATTACI